La redazione

Editore: Mario del Grosso
Direttore Responsabile: Avv. Daniela Piesco
Vicedirettore: Avv. Rosario Luongo
Caporedattore: Daniele Piro

 

In redazione:

Letizia Ceroni: artista e scrittrice;

Paola Francesca Moretti: giornalista presso DVP-J Germania

Anna Rita Piesco: giornalista e ricercatrice;

Riccardo Guglielmi: cardiologo e giornalista scientifico;

Raffaele Romano: giornalista e storico;

Domenico Maceri: Ph.D professore emerito all’Allan Hancock College (Santa Maria, California);

Emanuele Carlo Ostuni: giornalista e conduttore radiofonico;

Francesco Maria Luongo: redattore;

Antonio Quarta: webmaster editoriale e multimediale.

 

Editorialisti:

Roberto Fronzuti: direttore dell’Eco di Milano e Provincia;

Antonio Peragine: direttore de Il Corriere Nazionale;

Umberto Palazzo: esperto di Progetti di Educazione Sanitaria e cultore della storia della Sessualità;

Goffredo Palmerini: scrittore e giornalista.

 

Collaboratori esterni:

Enrico Pastore;

Antonia Francesca;

Davide Pezza;

Rossella Matrangolo.

 

Informazioni sugli autori

Daniele Piro

“Alto bello aitante e prestante. Il classico uomo che tutte vorrebbero in Redazione e che oggi l’avvocato Piesco può ritenersi fortunata (p’ mmod’ e dice) ad aver accaparrato fra i suoi collaboratori di Redazione.
Prestato per sbaglio ad un lavoro statale che gli serve come copertura, occupa gran parte del tempo a seguire e scrivere anche con un pizzico di ironia le sorti del Benevento calcio, di cui e’ grandissimo tifoso. Ne sanno qualcosa le testate sannite con cui ha collaborato in passato (Ottochannel, Sannioquodiano, Corrieresannita, oltre a vari collegamenti volanti per TV7 dagli stadi in cui la Strega era impegnata).

Ultimamente sta provando ad ampliare i suoi orizzonti dedicandosi ad articoli di cultura generale, con incerti risultati. Resta in lui l’atroce dubbio amletico del “ma chi cacchio mo fa’ ffa’”. Ma, soprattutto, ancora oggi continua a chiedersi “come mai esiste qualche pazzo/a che gli chiede di scrivere per la sua testata?”.

 

Letizia Ceroni

“Mi chiamo Maria Letizia Ceroni e sono nata in Piemonte. Dopo le scuole dell’obbligo, dovendo scegliere tra studio e lavoro, scelsi il secondo.Ho lavorato molti anni come macchinista nelle fabbriche di abbigliamento, lavoro che mi è sempre piaciuto, ma ho sempre avuto una passione per la pittura e la scrittura, molto più per la prima che per la seconda anche se sono entrambe modi per esprimersi, in fondo, la pittura è una poesia muta, e la poesia una pittura parlante.

Purtroppo gli impegni di lavoro e famiglia, mi lasciavano poco tempo da dedicare sia all’una che all’altra, per compensare, dedicavo i momenti di relax alla lettura. Un giorno mi trasferii in Sardegna e, in questa terra meravigliosa, cambiarono molte cose, eseguivo il lavoro di cucito a domicilio come sarta ed avevo molto più tempo libero, decisi così di imparare le varie tecniche di pittura come autodidatta. Fu una vera e propria sfida con me stessa e posso dire di averla vinta avendo avuto riconoscimenti e soddisfazioni.

La scrittura è un modo per fermare ricordi, per avere un modo più veloce ed esplicito per descrivere emozioni, esce di getto nei momenti strani della vita. Mi piace scrivere di cose attuali e passate, della terra dove vivo e che amo, di voli d’uccelli e della pura poesia che ci circonda. Conoscere Daniela Piesco è stata una delle cose belle che la vita, a volte, ti regala”.

 

Paola Francesca Moretti

Giornalista presso DVP-J Germania

 

Riccardo Guglielmi

Il Dott. Riccardo Guglielmi è consulente cardiologo presso l’ospedale accreditato SSR Mater Dei Bari, già direttore di Cardiologia Ospedaliera del “L. Colonna” e responsabile UO di Cardiologia dello Sport del A.O.U. Policlinico Bari. Specialista in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare, specialista in Cardioangiochia, è giornalista scientifico.
Scrive su Il Corriere nazionale, sul Corriere di Puglia e Lucania e su Radici.

 

Raffaele Romano

Raffaele Romano è giornalista e storico. Da giornalista ha iniziato nei primi anni ’80 all’Avanti, sotto la direzione di Antonio Ghirelli ed Ugo Intini. Ha collaborato con Ore 12 (un quotidiano finanziario) e brevemente col Messaggero. Ha diretto Karate Events (rivista della Federazione internazionale di Karate) e, più di recente, ha collaborato con La Voce di New York, il Nuovo Giornale Nazionale e, da poco, con l’Eco del Sannio – oltre a tante altre -.

All’università è stato allievo dei prof. Gabriele De Rosa, Renzo De Felice e Franco Malgeri da cui ha tratto la profonda ispirazione per la storia contemporanea, anche alla luce dell’insegnamento dei prof. Alan John Percival Taylor e Denis Mac Smith. Appena laureato viene assunto alla Banca Nazionale del Lavoro dove rimane per 15 anni per poi licenziarsi ma, grazie alla BNL, si forma sul piano finanziario ed economico. Iscritto nel 1968 all’università non ha mai aderito al movimento del ’68 in quanto lui, figlio di un proletario, si trovava i figli dell’alta borghesia napoletana di fronte che facevano le occupazioni e proclamavano la nascita della rivoluzione proletaria. Precisa, altresì, che non ha mai fumato nemmeno uno spinello.

Studiando e scrivendo di storia ovviamente le sue competenze afferiscono alla sfera della geopolitica dove il corso della storia contemporanea è solcato ed invaso dalla finanza e dall’economia. Per cui, da giornalista, scrive di storia, geopolitica e finanza senza disdegnare articoli su Napoli, sul Napoli, di cui è tifoso da sempre, e sulla cultura. Potendo accedere agli archivi della CIA attraverso una sorta di accreditamento come il F.O.I.A. (Freedom of Information Act) ha pubblicato articoli ma, soprattutto, libri in cui compaiono documenti “top secret”.

Fa parte della onlus Nuestros Pequeños Hermanos, Fondazione USA. La N.P.H. assicura la sua presenza con proprie strutture negli U.S.A. dove c’è la casa madre, in Messico, Honduras, Haiti, Nicaragua, Guatemala, El Salvador, Dominicana, Perù e Bolivia.
Gli ultimi tre libri sono stati: I Furbetti della Penisola, una ricerca sulle corporazioni italiane; Andreotti, Craxi e Moro visti dalla CIA e Il Sindacato italiano visto dalla CIA. Gli ultimi due saranno presentati il prossimo 16 agosto a Bocca della Selva sul Matese organizzato dalla responsabile Usacli, Imma Petrillo.

Il suo motto è: se non si conosce la Storia non si comprende il presente e né, tantomeno, si può costruire il futuro.

 

Domenico Maceri

Nato a Pellegrina (Reggio Calabria) nel 1952, ha studiato lingue presso lo Jersey City State College, nel New Jersey, e poi all’UCLA. Nel 1990 ha ottenuto il Ph.D. in letterature comparate all’Università di California in Santa Barbara. Ha pubblicato su Pirandello, Padula e sulla pedagogia delle lingue straniere.

Attualmente si sta interessando ai rapporti fra Pirandello e il teatro messicano. E docente di lingue romanze presso l’Allan Hancock College di Santa Maria, California.

 

Emanuele Carlo Ostuni

La sua prima esperienza artistica professionale risale al 1979, quando come DJ conduce per 2 anni una trasmissione radiofonica musicale per Radio Peghera a Bergamo, continuando poi per un breve periodo nella musica come chitarrista. L’incontro con il teatro arriva a Londra nel 1980 quando assiste allo spettacolo cult Jesus Christ Superstar. Durante gli anni universitari entra al Centro Teatro Attivo di Milano e debutta nel 1990 in Girotondo di Arthur Schnitzler, nel ruolo del Giovane Signore per la regia di Francesco Savina.

Nel 1991 il regista Gerardo D’Andrea vede casualmente una sua foto sul tavolo della redazione della Trasmissione Mi Manda Lubrano (mini fiction) e lo scrittura per la puntata di esordio del programma. Lo stesso anno lavora in Casa Vianello, per Canale 5.

Nel 1992 Gianna Tani, la Casting Director di Mediaset, lo scrittura per A Casa Nostra, programma della mattina condotto da Patrizia Rossetti, con cui lavorerà per 68 puntate.

Nel 1994 frequenta il Media Studio Workshop del regista Salvatore Nocita, diventando allievo di Tonino Guerra al corso di sceneggiatura cinematografica. Nello stesso anno frequenta il corso di conduzione giornalistico televisiva con Bruno Gambarotta, ex presentatore Rai.

Nel 1995 il regista Ugo Gregoretti lo scrittura per la versione del Conte di Montecristo il primo kolossal di Rai 3 costato 7 miliardi delle vecchie lire e 6 mesi di lavorazione girato interamente in Lombardia. Lo stesso anno diventa testimonial televisivo per Publitalia ’80, per le reti Mediaset, per la Scuola di Marketing e comunicazione di impresa e testimonial cinematografico per il mobilificio Arcobaleno.

Nel 2002 conduce Scusi vuol ballare con me per TV7 Lombardia e lo stesso anno è inviato televisivo per Scusi Vuol Ballare con Me per Odeon TV.

Nel 2003 debutta sul set cinematografico di Luna e Le altre, di Elisabetta Villaggio (figlia di Paolo), nel 2005. Per il cinema è in concorso ai David di Donatello con “Mozart L’amore e le sigarette”, di Leonardo Moggi, e successivamente lavora per Gli Arcangeli, di Simone Scafidi e Vittorio Pace, e per Apparentia, di Maria Eugenia Fiscina.

Nel 2004 è nel Cast della fiction Incantesimo 8 per la regia di Ruggero Deodato. Al rientro dalla esperienza romana a Milano diventa responsabile della comunicazione dei Teatri di Villa Clerici sino al 2010 con il quale fu fra gli organizzatori del Concerto di Franco Battiato inoltre è stato fra i promotori del comitato per il Nobel a Alda Merini di cui portò in scena alcuni momenti di spettacolo.

Nel 2015 alcune sue poesie fra cui “Ode a Papa Francesco” e “Nulla a Me fu così caro” vengono pubblicate nell’Antologia delle Poesie Expo 2015 edito con il Patrocinio della Regione Lombardia. In quest’anno è fra i fondatori di 6MIA TV (attualmente SKY 887).

Docente di recitazione e storia del cinema all’Accademia Superiore Nuovo Cinema e corrispondente per l’Eco di Milano e provincia. Negli ultimi anni e ritornato al cinema a Milano.

 

Antonio Peragine

Antonio Peragine, bitettese di nascita e barese di adozione, giornalista e direttore dei quotidiani online Il Corriere Nazionale, Corriere di Puglia e LucaniaRadici e Stampa Parlamento, nonché direttore del Dipartimento Giornalismo e Relazioni Pubbliche internazionali, Etica e Dinamiche dell’Informazione dell’Università Federiciana Popolare, presidente dell’Associazione Nazionale Italiani nel Mondo ‘ANIM APS’, presidente dell’Associazione Giornalisti e Pubblicisti Liberi (ANGPL), già responsabile di redazione per il Centro Sud Italia è ora il presidente di Retewebitalia.net.

Retewebitalia.net è il primo network italiano di 60 quotidiani online consorziati, con testate giornalistiche italiane dal nord al sud, costruito con l’impegno e la fiducia dei direttori e degli editori di tutte le redazioni presenti. Riunisce ed è fondato sulla collaborazione e la pubblicazione delle web news che i quotidiani diffondono e si scambiano tra loro, per un servizio di informazione capillare nei territori di tutta Italia.

 

Roberto Fronzuti

Roberto Fronzuti nel 1967 inizia l’attività giornalistica collaborando con varie testate. Nel 1968 fonda e tuttora dirige il settimanale d’informazione “L’Eco di Milano e Provincia”.
Ha fondato le riviste di settore mensili, “Stampare” e la pubblicazione “F&C Magazine” tradotta anche in inglese e spedita in altri paesi.

Dal 1970 al 1980 ricopre incarichi a livello amministrativo nel Comune di San Donato Milanese, nel ruolo di assessore alle Finanze e Commercio.

Nel 1992, su nomina del Presidente dell’ordine dei giornalisti, entra nel Consiglio di Presidenza dell’Istituto per formazione al giornalismo Carlo De Martino.

Dal 1992-1997, viene eletto nel Consiglio direttivo dell’Associazione Lombarda dei giornalisti.

Dal 1997 ad oggi, è segretario nazionale dell’associazione onlus “Tribunale per la Tutela della Salute”. Ad oggi, editorialista del settimanale online www.pensalibero.it, dal 1 gennaio 2016 è stato nominato direttore de Il Globulo, la rivista dei donatori di sangue dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

 

Goffredo Palmerini

Scrittore e giornalista.

 

Umberto Palazzo

Esperto di progetti di educazione sanitaria e cultore della storia della sessualità.

 

Anna Rita Piesco

Giornalista e ricercatrice.